domenica 27 febbraio 2011

Keep or Give Away?!

Give Away!
Simbolicamente vorrei regalarvi calma e serenità
un bene di non poco conto...specie per la quotidianità di tutti
-----
Esiste e si sta diffondendo dalla Gran Bretagna un must, un'icona, una frase che specie tra i blog dilaga
proprio da uno di questi ho preso l'ispirazione per il mio primo Give away
KEEP CALM & CARRY ON
( Mantieni la calma e vai avanti)


Storicamente nacque come manifesto di supporto morale durante il periodo della II° guerra mondiale, per volontà del governo inglese che cercava di sollevare gli animi di una popolazione duramente assediata dagli attacchi tedeschi.
Da un decennio, essendo trascorso il tempo utile per far decadere ogni diritto di copyright, una nota libreria ha saputo sfruttare questa frase sotto svariate formule commerciali.
Vi chiederete "...e allora?!"
Allora la mia idea ha preso forma in un oggetto che
posizionato in qualsiasi angolo della vostra casa
regala un semplice messaggio positivo a chi lo legge.
Fatto con le mie capacità e con il cuore
Spero sia gradito


Le regole per partecipare sono le solite
Possono partecipare tutti
anche in anonimo
basterà poi un indirizzo e-mail per questi

- Scrivere un commento a questo post -
- Diventare followers se non lo siete e linkare il banner sul vostro blog -
- avere la pazienza di attendere fino al 21 marzo, ultimo giorno valido per partecipare -

Sappiate che esiste questo sito nel quale troverete le istruzioni per creare free, il must in oggetto, personalizzandolo per colore, messaggio o simbolo (al posto della corona per es.) e poi stamparlo.

Mentre per lo schema delle crocette il grazie va ad Argante che ha messo a disposizione il free che troverete qui

Fin da ora
Grazie a tutte
e
Good Luck

Carmen

mercoledì 23 febbraio 2011

Grevillea

Dovete sapere che sia io, che il marito festeggiamo i rispettivi compleanni nel mese di aprile,
in quel periodo,lo scorso anno si trovavano qui i miei genitori
che conoscendo la passione per le piante, ci fecero scegliere
qualcosa per il giardino.
Non me lo sono fatto ripetere due volte
e con i consigli dell'amico vivaista
puntai la scelta su una pianta/cespuglio dal nome mai sentito prima,
alquanto anonima, molto simile ad un comune rosmarino,
che già padroneggia in un paio di angoli del giardino.

La Grevillea appunto


Insomma mi disse che è una pianta di facile coltura
in quanto richiede solo una posizione soleggiata, riparata dai venti, poca acqua quasi nessuna potatura e generosa di fioritura....vai!
Portata a casa, interrata e osservata per le intere stagioni seguenti
non diceva molto...fino a inizio dicembre quando piccole e timide macchie rosa punteggiavano la macchia verde....ora è come un fuoco d'artificio allegro e colorato.
Inaspettato e curioso
..... per la paura che non prendesse in piena terra ne presi un piccolo esemplare in vaso, "esploso" anch'esso.

------

Non so se vi stupirete quanto me
ma perlustrando le mie creature verdi
non pensavo di trovare la lavanda in fiore
è una varietà endemica dell'isola...in vaso poi,
la natura eh!?










Ahh... quasi dimenticavo, la corona "crocettata" tra le foto del collage
non è solo a simboleggiare la Grevillea
ha a che fare
con una sorpresa che vi riguarda
rimanete su questa frequenza per il prossimo post ;D

Buona serata

mercoledì 16 febbraio 2011

Un sole clonato

Certo che chi lo avrebbe detto
Anzi no.. lo diceva Epson meteo
oggi pioggia intensa
ma con quella giornata di ieri
vento...niente nubi
una bella giornata
e oggi grigio
un cielo pesante....pioggia e pioggia
e dire che ieri ho raccolto la mia mimosa


bello
un albero carico come un enorme piumino giallo
un bel giallo sorridente e vaporoso
oggi?
spento e piangente su se stesso....zuppo!





Meno male che ieri ho scattato qualche foto ai miei fiori (che solo fino a qualche anno fa, ricevendola solo per la festa della donna, non ne potevo soffrire molto l'odore)
affiancati da splendidi limoni regalati da un'amica che ha raccolto generosamente dal suo albero.
Che coppia di gialli


Quante cose da fare con i limoni..


fortuna con questo dì, il "sole" era comunque sul tavolo
Ne regalo anche a voi
come un raggio virtuale che oltrepassi i vostri monitor (potessi, anche il profumo.....nnaggia!)


venerdì 11 febbraio 2011

Sal Vautier parte II

Siamo quasi a metà febbraio
e il mio lavoro per il Sal Vautier prosegue.


E' vero
il tempo è sempre tiranno
ma la sera quando prendo il lavoro in mano le crocette volano
e tra una virata a destra una risalita in alto
devo ammettere che qualche errore è sfuggito
là dove invece era troppo evidente....vai a ritroso e sfila, rimetti in pari e risistema
Credo sia una parte che tutte vorremmo evitare, quella del rifare, ma bisogna metterla in conto.


Questo disegno mi è piaciuto fin da subito
adoro le casette-nidi degli uccellini
e
associati ai coniglietti, contribuisce ad avanzare verso la primavera.
Osservandolo mi rendo conto anche che l'uso del filo sfumato dovrebbe essere più ragionato...meglio distribuito
ma la mia impulsività ha fatto saltare questi passi...ehm...si vede in alcuni punti!!
mi va bene lo stesso...la perfezione non fa per me!

Vi auguro un buon fine settimana

martedì 8 febbraio 2011

Grazie

Oggi ho ricevuto questa bella sorpresa da Paola
Il mio primo premio virtuale
un premio Simpatia
Ti ringrazio Paola


Questa assegnazione prevede dei passi da seguire

1- Postare sul proprio blog questo premio
2- Raccontare di "...quel giorno che..."
3- Individuare e segnalare altri blog a cui riconoscere questo premio


Il primo punto è eseguito...la foto dei bebè di Anne Geddes...che tra l'altro mi conduce ad una serie di foto, con sempre protagonisti cuccioli d'uomo (ma non solo) di Sarah Wood una fotografa dalla sensibilità creativa e originale...
E poi
sarà che in famiglia ci attende un lieto evento e tutto ciò che è baby in questo periodo amplifica le emozioni, anche se gli ormoni ribelli sono quelli della mia sorellina....e con questo argomento mi collego al secondo punto"...quel giorno che"....sì! ricordo con infinita tenerezza indelebile due istanti magici della mia vita...l'incontro tanto sospirato dalla nascita di mia sorella, che tanto desideravo e della quale tanto ero gelosa...mi incantavo ad osservarle le mani e il profilo delle orecchie...era perfetta era la mia "bambola" e il secondo incontro, quello che arricchisce la mia esistenza ogni giorno da 13 anni e mezzo...mia figlia Elena...e questo sarà un altro racconto.


Ora dovrei individuare altri nomi di blog a cui girare l'award...non è semplice perchè mi piacciono tutti altrimenti non li seguirei, ma visto che è per simpatia, ecco l'elenco


1. Cate di Mok'arte ( mia sorella che dopo aver convinto me ora ha aperto un suo blog...datele una sbirciatina anche se i post sono pochini!)
3. Laura di Countrystyle
4. Federica di CountryKitty
5. Polepole di Il circolovizioso
7. Daniela di Verde Salvia
8. Stefania di Manifattive
10. Mia di Mias Landliv

foto di Sarah Wood

....e comunque lo assegno a tutte coloro che passando da qui e avendo letto questo post hanno voglia di raccontare "...di quel giorno che".
Vi ringrazio infinitamente per i commenti che ogni volta lasciate

Buona serata

sabato 5 febbraio 2011

Jelly Rolls

Avete mai sentito parlare di Jelly Rolls?
Beh per coloro che non li conoscono provo a presentarvele
E' un articolo con brevetto apposito "moda bake shop" fabrics...emigrato dagli states anche qui da noi da qualche tempo.


Nulla di fantascientifico....sono lunghi nastri di cotone in fantasie stampate, tagliati tutti uguali ma esistenti di diverse misure sempre alte 110 cm circa, successivamente arrotolate come girelle. La genialata, anche se non ci vuole una laurea, è la comodità di trovarsele già tagliate avendo anche a disposizione 10 nastri di 10 fantasie diverse.
Vengono coordinate per fantasie e colori dall'azienda stessa che successivamente li mette in vendita in confezioni da una o più rolls.


Sempre grazie al corso di quilt, l'ultimo manufatto creato è derivato proprio dall'uso di queste "ruzzole",
una borsa morbidosa che vi mostrerò in un prossimo post..
colta dalla solita mania da quilter, cioè mai farsi mancare niente - la scorta di tessuti non è mai sufficiente ( potrei organizzare un banco per venderle...MAIII!!! a tal proposito dico sempre che diventeranno beni da testamento hihihihih)...non ci ho pensato due volte e acquistai la mia preziosa scorta.
Colori che all'epoca mi erano inusuali, colori pastellati, zuccherosi ma forse cosciente del fatto che nulla è per sempre e che i miei gusti sarebbero variati, mi forzai ad un acquisto da colori diabetici...ne vado orgogliosa ora!


Ho atteso, oltre alla mia trasformazione cromatica anche il giusto progetto per utilizzarli...e come al solito l'ispirazione mi ha chiamato da un blog di una quilter, questa volta americana, che ha pubblicato un tutorial semplice semplice che potete trovare qui.
Con due rolls alti 4 cm sono riuscita a confezionare due piccole "zipper bags"
una è già predestinata come beauty o porte-necèsseaire pour enfant o porta quello che vorrà "lei"
l'altra credo potrà servirmi come porta-neccessario per qualsiasi cosa.


Ho parlato anche troppo ma spero di esservi stata utile
e voi
a cosa la destinereste?
Buon fine settimana
amiche di rete e non

giovedì 3 febbraio 2011

Spring is in the air

Nell'aria è palpabile
la voglia di primavera
il desiderio dei colori freschi.
Al mattino
aprire le finestre e respirare a pieni polmoni
l'aria frizzante di una giornata di sole
non ancora caldo
ma generoso di un timido tepore
mi mette di buon umore,
sentire i cinguettii più vivaci
nel giardino scorgere
i germogli che si fanno strada sotto ad un cielo più blu.
Qui all'Elba, come nei luoghi di mare, siamo in anticipo come stagione rispetto ad altre zone
ma
come molte di voi
anche in casa il desiderio è quello di portare la primavera
su un davanzale...una mensola di casa
vicino ad una finestra.






Questa è la ciotola dei giacinti che da natale ho seguito fino a questa ricca e profumatissima fioritura!