domenica 30 gennaio 2011

Un Quilt d'annata

Oramai nel lontano periodo del corso di patchwork di Anna D. lei stessa mi prestò una rivista di quilt americana....ci trovai le immagini di una coperta dal fare semplice ma d'effetto.


..Circa tre anni e mezzo fa durante la mia prima visita all' European Carrefour in Val d'Argent, acquistai come amore a prima vista una serie di stoffine a "base" di rose destinandole a quella coperta....sempre da un paio di anni, ho iniziato a tagliarla accorgendomi strada facendo, che la stoffa non mi sarebbe bastata.

..con l'aiuto di internet e alcune gentili commercianti sono riuscita a trovare il materiale mancante.
...poi un'occupazione lavorativa impegnativa, un'occhiata a quel lavoro...riprendi le crocette in mano, una laurea, un matrimonio, una nascita...la mia povera coperta rimase in giacenza tra i vari W.i.p.....fino ad oggi.

E' una domenica freddina e molto variabile...babbo e figliola con raffreddore in corso...cauteliamoli...niente uscite...niente foto
Le crocette del Sal Vautier sarà meglio accantonarle, altrimenti rischio di terminarle prima della metà del tempo previsto.

E' arrivato il momento di fare qualche passetto avanti alla "Coperta delle Rose"
un quilt d'annata
un quilt destinato ad una persona speciale
ma
per ora è top secret

Amiche della blogosfera
vi auguro un ottima domenica
;D

martedì 25 gennaio 2011

Luci del mattino

Chi mi conosce sa quanto amo i libri e questi sono quelli ricevuti per Natale
ma quanto mi conoscono bene?!
Un libro di Tilda, dal quale è uscito fuori un piccolo post-it giallo che suggeriva un simpatico pupazzo per una prossima cameretta. Il libro di una blogger che seguo con ammirazione nel quale molti lavori stimolano la voglia di fare e infine un libro di un'altra blogger che suggerisce idee golose da donare in modo originale e creativo.


Nel precedente post vi ho parlato della mia compagnia del mattino durante la mia colazione
Ogni mattina con la digitale alla mano mentre sorseggio il caffè fermo l'istante dei miei fiori
L'orario è il solito ma la luce cambia a seconda del tempo



Immaginavo potesse essere rosa ma non così rosa...poco importa, fosse possibile farvi sentire il profumo intenso, dai vostri schermi si sprigionerebbe un'aroma di fragola misto a chewingum.




Vi saluto fino al prossimo post
e
ringrazio tutte coloro che mi scrivono
le vostre parole sono come gocce di balsamo alle mie giornate

domenica 16 gennaio 2011

Vediamoli crescere

Durante il periodo dell'avvento a dicembre, mi sono imbattuta in un paio di post che trattavano lo stesso argomento.
Bulbi di giacinti "coltivati" in casa.


Uno era di Paola di Cream&Cosy qui , l'altro un sito norvegese di Mias Landliv che potete vedere qui...entrambe utilizzavano salsiere o tazze di uso quotidiano....strano forse...ma non ci avevo mai pensato...l'idea mi piacque molto!...e così iniziai la ricerca dei bulbi che prima per me alloggiavo in piena terra.


Mi sarebbero piaciuti anche i bulbi di muscari, non li ho trovati, invece per i giacinti ho trovato un vero affare 6 bulbi al prezzo di 1...portato a casa il piccolo tesoro mi domandavo se forse l'affare non fosse dovuto dal fatto che il periodo per la messa in posa fosse già passato...ok, mi dico, ci provo lo stesso


Ho tirato fuori una vecchia ciotola porta-caramelle in silver e sradicato dal giardino una piccola zolla di muschio, ed ecco la composizione fatta.
Si trova al centro del tavolo da pranzo, di fronte ad una finestra che è illuminata dall'intero ciclo del sole, da est a ovest, ogni mattina mentre faccio colazione è una compagnia silenziosa, come tutte le mie piante...mi piace osservarne i progressi.


Ne pubblico l'evoluzione fino ad ora, soprattutto per mia mamma (che appunto non abita vicino)
e che quando venne per la fine dell'anno piacque molto anche a lei come idea...domandandosi chissà come sarebbero stati in fioritura, potere del web....mamma riuscirai a vederli anche tu!
Allora insieme a voi aspetteremo la sorpresa finale!
A Paola e a Mias dico

G R A Z I E

a
tutti
Buona settimana

martedì 11 gennaio 2011

Sal Vautier I°parte


Questa è la prima parte che ho realizzato fino ad ora del sal Vautier di Terry
ho utilizzato una tela Permin of Copenaghen - Aida 72
color avorio
filo Dmc n.53

Anche se sembrano i toni del blu, garantito che è grigio
Dovrà esser terminato per marzo
ed è il mio primo sal
Grazie Terry per l'opportunità

domenica 9 gennaio 2011

Luce di gennaio


In attesa che un'ispirazione creativa mi colga
quando posso
mi piace vagabondare tra gli spazi di quest'isola
che sia tra le viuzze dei paesi
su sentieri
o spiagge
dalle mura delle fortezze
o dalle vicinanze del faro
e perchè no!
dal mare stesso
amo contemplare
e conoscere
ogni dove di questo territorio
sospeso tra i blu del cielo e del mare.



Il retro con giardino della villa dei Mulini dove fu esiliato Napoleone



Questo fine settimana è stato avaro di luce, sempre nuvoloso però battuto da un vento di scirocco che ha sciolto la morsa del freddo
regalando così temperature miti da poter agevolare il mio vagabondare
Solo qualche scatto per farvi vedere
Portoferraio
dal suo interno.

Buon inizio di settimana

lunedì 3 gennaio 2011

Sorprese

Bene
l'anno nuovo è iniziato
e sembra esser cominciato con le giuste premesse.


Il vecchio anno se ne è andato portando la sorpresa di festeggiare l'arrivo di quello nuovo con l'arrivo della mia famiglia al completo...i miei genitori con mia sorella e suo marito
già questo è stato motivo di belle emozioni...io e la mia famiglia non viviamo proprio vicino e quest'anno sembrava che per diversi motivi non si potesse trovare il modo di riunirci e invece mi hanno fatto una gran bella sorpresa all'ultimo.
e poi








al momento degli scambi dei doni previsti per il Natale
ecco ricevere un regalo speciale
uno di quei doni che quando apri e poi piangi...(come dice T.Ferro)
un biglietto di auguri accompagnato da un'ecografia
diventerò zia

Grazie


L'avvio di un anno che si preannuncia ricco di emozioni

-----

A tutte voi auguro un anno di grandi e belle emozioni!