domenica 30 ottobre 2011

Raccolto d'autunno

Finisce ottobre
una domenica calma, ritmata dal quasi dolce far niente
una passeggiata lunga
tra mare e boschi
alla ricerca di preziosi tesori da portare a casa

Intanto la gioia di stare
un po' soli
io e mio marito
anche senza parlare
rinnovare la complicità del semplice stare insieme.
Veder filtrare i raggi di un sole caldo ma breve
tra i rami di un bosco di pini marittimi
( e mi rammarico di non aver portato in quel mentre la macchina fotografica!)
passi ovattati su un tappeto di aghi di pino, morbido e scivoloso

Pigne da raccogliere per il fuoco del caminetto
ma che rimanderemo
fa ancora caldo per accenderlo oggi
una manciata di ghiande
una piccola zucca verde
unico frutto del mio orto
un melograno regalato da un vicino
Questo il mio raccolto d'autunno
più una Stump dolls

Riproduzione di bambole usate come antico giocattolo dalle bambine
ai tempi del colonialismo
quando i materiali erano poveri e semplici
Grazie a Donata di LeBiancheMargherite con un suo post indicava il blog da cui anche lei aveva trovato ispirazione
La soffitta di Nadia e che generosamente ne condivide il tutorial
anche a me è venuto il desiderio di provare a farla

Forse è proprio il desiderio di semplicità che mi sta portando alla ricerca di produrre
cose semplici...quasi primitive
pochi colori
possibilmente naturali
sarà per questo che fatico a ultimare alcuni lavori in corso?
magari sarà solo un periodo
transitorio
un po' come per le stagioni
che vanno e poi tornano

Vi auguro un termine sereno di questa domenica
con un pensiero
a modo mio
per la gente che ha subìto la terribile devastazione dell'alluvione

Barbara ti siamo vicini
a te
e ai tuoi amici


12 commenti:

  1. Che belle queste domeniche,un pochino ovattate e lente,dove puoi goderti ogni singolo momento....
    noi ci siamo infilati nella castagnata al Poggio,ma sai com'è,avevo voglia di caldarroste!!!!
    Un abbraccio grande Katia

    RispondiElimina
  2. Che bella la descrizione della tua domenica,
    che belle foto e che creazione meravigliosa.
    Angela

    RispondiElimina
  3. Anche tu sei rimasta incantata dalla stump doll di Nadia! Ha qualcosa che ci riporta tutte quante alle nostre origini di bambine... è l'archetipo della bambola...
    davvero bella la tua stump...ed anche la tua domenica fatta di cose semplici che richiamano le nostre radici, il nostro legame profondo con la natura.
    un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. Condivido cio che hai detto...la semplicità stupisce piu delle cose complesse.
    Serena settimana.
    Debora

    RispondiElimina
  5. che bello questo post!!!
    mi ha dato un senso di quiete e di serenita'!!!
    carinissima anche la bambola realizzata con il tutorial di Nadia!!!

    RispondiElimina
  6. Carmen carissima, la bambolina è splendida, in puro stile primitive.....Grazie di averla così bene interpretata.
    Hai ragione, a volte si ha bisogno di cose semplici, forse perchè dentro di noi il bisogno di far riaffiorare ricordi innocenti ogni tanto ci vuole...ci ricarica e porta una ventata di buono nella vita di ogni giorno.
    Un abbraccio
    Nadia

    RispondiElimina
  7. Semcemente meravigosa!!! arminia di forme e colori che tccano i sentmenti!!!! complimenti il bon gusto non si smentisce!!!!!!! bacioniii!!

    RispondiElimina
  8. Cara,
    sono con te nel pensiero per i poveri alluvionati, e nella speranza che le nuove perturbazioni previste a breve non siano d'intensità tale da ricreare i medesimi disagi quando non vere e proprie tragedie...

    Per il resto, condivido ogni singola parola, oggi leggere il tuo post m'ha dato la sensazione di leggere una poesia...

    Un bacio!

    M@ddy

    RispondiElimina
  9. Sono bellissime le stump di Nadia, ne ho cucite diverse anche io... hanno qualcosa di magico... e questa tua interpretazione è poetica :-) Davvero poetica :-)

    RispondiElimina
  10. un post veramente dolce! come vorrei trascorre anche io una domenicacome la tua!e..dire che i luoghi qui non mancano per stare calmi e tranquilli per riflettere! ma noi siamo diventati schiavi del tempo e nn ci possiamo più permettere di prenderci un po' di tempo per noi, per tuffarci nella natura e.....ascoltarla!!
    e invece forse l'unica nostra salvezza sarebbe ascoltare e comprendere la natura e capire perchè è tanto arrabbiata con noi!
    un bacio
    Marisa

    RispondiElimina
  11. gioia e complicita'....dello stare insieme anche in silenzio.
    a me ha colpito molto questo.
    provo un po' di tristezza ma sono felice per te, per voi.
    un bacio

    RispondiElimina